Teatro La Fenice di Senigallia "Fra Sogno e Realtà"

Bicentenario dalla nascita di Giuseppe Verdi 1813 - 2013

Il teatro la Fenice di Senigallia, dove Verdi, Mascagni, Leoncavallo, e Toscanini l’hanno fatta grande, non c’è più. Mai più si può ritrovare.

Però nulla si perde per sempre.
La riedizione pittorica è fra il sogno e la realtà.

L’inconscio si libera. Il risultato porta un po’ di serenità per la perdita materiale. Ma torna a vivere attraverso l’immagine.

La ricostruzione, se pur grafica, nasce dall’esigenza dopo aver scritto “Mutamenti”. Un libro che ripercorre attraverso i ricordi le vicende di uno sport. È la storia del ping-pong della città di Senigallia. In questo racconto, l’avventura sportiva si dipinge di ricordi storici. Nel libro emerge con prepotenza il periodo d’oro del Teatro la “Fenice”.

Attraverso una foto del rudere realizzo l’immagine. Il quadro, frutto anche della fantasia, colloca nella volta le immagini di Verdi, Mascagni, Leoncavallo e Toscanini. Con un gioco di colori, il teatro suggerisce anche una seconda lettura. Infatti i 99 palchetti hanno uno sfondo che si perde nello spazio, così anche la volta. Dando l’impressione che la struttura appaia come quinte di un anfiteatro o l’immagine del Colosseo, che guardandolo ci proietta nel ricordo dell’antico splendore. Un viaggio nel tempo. Così passato e presente s’incontrano. Facendoci prendere coscienza di quelle radici storiche, sulle quali si potrà costruire un futuro migliore.

Enzo Pettinelli

Vai alla pagina Foto e Immagini
 
Centro Olimpico Tennistavolo | Via del Molinello 32/a - 60019 Senigallia AN | Tel. 071 7921719 - Fax 071 7929670 Credits