PRIMI SUCCESSI
Arrivano i risultati che portano la Società al primo posto in Italia.
La scuola, già aperta, si apre ulteriormente, e ospita giocatori da tutta Italia. Compresi avversari che giocano o hanno gareggiato contro.

La società ospita per un paio d’anni la preparazione delle nazionali giovanili con tecnici solo italiani. Pettinelli, allora consigliere nazionale, avvia un nuovo corso tecnico legato al tennistavolo italiano. In questo periodo arriveranno i gironi per tutti i tornei nazionali e regionali. Si inizia lo sdoppiamento delle gare nazionali, la borsa di studio per i giocatori della rosa della nazionale assoluta. Proposte fatte da Pettinelli e accolte.
I cambiamenti nascono all’interno della società senigalliese, come esigenza di crescita, e che soddisfa tutte le società aderenti. Durante questo corso storico, Senigallia vince diverse medaglie d’oro ai giochi della gioventù, e nei tornei nazionali per scuole elementari e medie e una medaglia d’oro per le scuole medie con la Repubblica di San Marino, che per 3 anni si è appoggiata alla scuola di Pettinelli.

Pettinelli sarà più volte tecnico della Nazionale Italiana, tecnico della Repubblica di San Marino. Membro onorario della Repubblica di Malta, per la collaborazione prestata.

CONTINUANO  I SUCCESSI
Manoni da Milano ritorna nella città d’origine. Lascia la scuola di Milano con la classifica nazionale N° 8, con una partecipazione ai campionati Europei assoluti a Novi Sad nel '74. Dopo un paio d’anni, fra allenamenti e servizio militare raggiunge importanti traguardi: sarà finalista ai Campionati Italiani con Costantini nel '78 battendo nei quarti Bisi Giovanni e in semifinale Stefano Bosi; vincerà il torneo internazionale di Bordighera nel '77 contro Costantini (finale tutta senigalliese); parteciperà agli Europei assoluti nel '78 a Duisburg e nel '80 a Berna; sarà poi più volte tra i primi quattro ai Campionati Italiani; e per diversi anni sarà in classifica nazionale tra i primi 5 giocatori d'Italia, entrando di diritto nella zona della nazionale. Sarà un punto di forza importante che porterà il T.T. Senigallia alla vittoria di due scudetti e della Coppa Italia (Si ricorda anche lo straordinario aiuto di Emanuele Audisio). E accrescerà il prestigio della scuola di Pettinelli per l’inaspettato balzo in classifica. Anche un prima categoria di Senigallia, per ragioni di lavoro, dovrà trasferirsi a Milano. In questo caso, dopo un anno retrocede in seconda categoria. Ritornerà prima categoria al suo ritorno.

RICORDO – PENSIERO TRATTO DAL LIBRO “LA CITTA’ DEL PING-PONG”
Poco prima  degli anni ’80 si traccia un nuovo periodo; dalla purezza all’imbarbarimento del nostro sport. L’arrivo del benessere economico investirà tutte le discipline e movimenti sociali d’Italia. Tutto viene monetizzato. Pur di creare una società per giustificare gli sponsor rapinano giocatori dai vivai. Giocatori al tramonto si improvvisano tecnici. Riempiono un cesto di palline e le lanciano a migliaia verso gli allievi. Senza metodo, senza cuore. E’ una tecnica cinese , un tassello di quella scuola, che diventa un metodo universale, unico, facile, illusorio. Così l’imbarbarimento si dilaga come un fiume in piena, scavalca gli argini e inonda il territorio. Talenti e giocatori di qualità si muovono senza tecnica, i colpi si accorciano, le gambe si muovono senza un ordine, creando danni fisici. Alcuni abbandonano, altri bruciano la propria identità. Purtroppo questo metodo dilaga anche oggi. Trasformando alcuni ottusi e arroganti in allenatore

L’ATTIVITA' RIPRENDE AL CENTRO OLIMPICO
Si apre a Senigallia il primo Centro Olimpico. Pettinelli lo progetta e segue i lavori. Il Comune di Senigallia e il CONI pensano al finanziamento. In seguito anche la federazione porta il suo contributo. Nel 1986 il CONI consegna il primo premio come migliore realizzazione di impianto sportivo.

Si riprende l’attività nel nuovo impianto. Nel frattempo intervengono tre fattori nuovi. Si perde lo sponsor, da un po’ di tempo si utilizza la colla fresca e il distacco culturale di alcuni giocatori.

CONTINUA
INDIETRO

 


Il sogno Il gioco in Italia cambia Primi successi Tre fatti nuovi Shot Bibliografia

 

 
Centro Olimpico Tennistavolo | Via del Molinello 32/a - 60019 Senigallia AN | Tel. 071 7921719 - Fax 071 7929670 Credits